Trasloco, conviene smontare la cucina?

Ce l’avete fatta. Dopo qualche anno di risparmio, avete acquistato la casa che desiderate, nella zona da voi preferita. Ora l’ultimo sforzo è quello di fare il trasloco.

Se già imballare tutti i vostri oggetti è piuttosto impegnativo, le cose si fanno più complicate quando si devono spostare i mobili. Viene quasi voglia di lasciare tutto dov’è, e acquistarne di nuovi.

A volte, però interviene il valore affettivo. E anche le richieste del portafogli. Le spese sono già tante, risparmiare qualcosa è necessario.

Allora, valutate di smontare il mobilio. Anche la cucina? Può valerne la pena. Nel dubbio, rivolgetevi a una ditta specializzata di traslochi Roma, chiedendo un sopralluogo e un preventivo. Saranno loro a consigliarvi per il meglio.

Quando costa il trasporto della vostra cucina

La prima cosa da valutare, sono i costi. Come sempre, ogni preventivo deve essere personalizzato, ma in linea generale mettete a budget circa 1000 euro. Dovete infatti calcolare dai 400 ai 600 euro per smontare i mobili, e più o meno la stessa cifra per rimontarli.

Al momento del montaggio, inoltre, va previsto l’allacciamento di tutti gli elettrodomestici a corrente, acqua e gas.

Conviene fare questa scelta? Una domanda difficile cui rispondere. Se è una cucina che avete fatto fare su misura da pochi anni, ed è di valore, ne vale la pena. Se invece ha qualche una decina di anni, potrebbe convenire comprarla nuova.

I grandi elettrodomestici

Non a caso, la scelta più diffusa è quella di lasciare la cucina, ma portare via gli elettrodomestici principali: frigorifero naturalmente, ma anche lavastoviglie. Raramente la macchina del gas, che è quasi sempre a incasso.

Anche questi, vale la pena traslocarli se sono a libera installazione, se no vi ritroverete a dover spostare un pezzo di mobile.

Il vantaggio di non spostare i mobili

Nel calcolo delle spese, dovete tenere conto anche di un’altra cosa: non smontare la cucina è un grande vantaggio in termini di comodità. Significa, fino all’ultimo, poter cucinare e mangiare tranquillamente a casa vostra, senza appoggiarvi da amici e parenti o andare a ristorante. Un elemento da non sottovalutare, visto che il resto della casa sarà vuoto.