Caldaia a pellet: tutto ciò che serve sapere

Se stai pensando di prendere una caldaia a pellet per il riscaldamento della tua casa, in questo articolo vogliamo darti alcune informazioni fondamentali. Ovviamente, è sempre consigliato rivolgersi ad aziende specializzate contattabili attraverso i propri siti di riferimento come www.assistenzacaldaieariston-roma.com, per essere aiutati nella scelta del modello più adatto alle proprie esigenze e all’ambiente che dovrà essere riscaldato. Ad ogni modo, la caldaia a pellet è una tipologia di riscaldamento molto valida e particolarmente diffusa per i suoi bassi consumi e l’alto rendimento, e per permetterti di fare una scelta ancor più consapevole ecco di seguito alcune importanti informazioni.

Funzionamento di una caldaia a pellet

Una caldaia a pellet utilizza come combustibile proprio il pellet, ovvero cilindretti compressi derivati dalla lavorazione del legno. Questo biocarburante permette di riscaldare acqua, o altro liquido, che viene poi indirizzato all’impianto di emissione, ovvero un pavimento radiante oppure una serie di caloriferi. Il lato migliore del pellet è che non produce fumi chimici e non presenta alcun tipo di vernice o altro materiale dannoso per la salute. Inoltre. Questo tipo di caldaia, nei suoi modelli più moderni, può presentare un’accensione elettrica e funzioni di controllo elettronico della temperatura. Un pannello con tasti appositi e un display con tutte le informazioni relative alle funzioni e alla temperatura permettono un utilizzo facile e veloce della caldaia stessa.

Pro e contro di una caldaia a pellet

Tra i pro di una caldaia a pellet è doveroso citare la sua grande autonomia che permette il funzionamento della caldaia anche per settimane con l’utilizzo di un solo silos. L’impatto a zero del combustibile sull’ozono, come affermato anche in precedenza; e il suo perfetto funzionamento anche per un riscaldamento centralizzato all’interno, ad esempio, di un condominio.

Tra i contro di una caldaia a pellet troviamo invece la necessità di dover mettere a disposizione molto spazio esterno per l’impianto e lo stoccaggio della caldaia. In caso di abitazione a due piani potrebbe esserci una distribuzione non omogena del calore; i costi di una caldaia a pellet sono medio-alti; e, negli ultimi anni, l’Iva sul pellet è aumentata limitando la convenienza del combustibile stesso rispetto ad altri come il metano.